Guide d’eccezione al Museo di Villa Giulia

di Arcangelo Catuogno

FAI2

Anche questanno il FAI – Fondo Ambiente Italiano – ha organizzato delle giornate durante le quali gli studenti di tutta Italia, in qualità di apprendisti Ciceroni, hanno accompagnato i turisti in un viaggio breve ma intenso alla scoperta delle bellezze del nostro territorio. Tale evento si è svolto dal 20 al 25 novembre. Alliniziativa hanno partecipato gli studenti delle classi 3^ e 4^ A del liceo classico Goffredo Mameli di Roma, che hanno guidato giovani alunni di altre scuole alla scoperta del Museo Etrusco Nazionale di Villa Giulia e delle sue bellezze archeologiche. Questa manifestazione ha visto una fase preparatoria durante la quale i nostri Ciceroni sono stati seguiti dalle funzionarie del museo, dalla prof.ssa A. Ansaloni, tutor FAI e dalla professoressa Anita Valentini, docente di Storia DellArte, organizzatrice dellevento.Il FAI, come ci è stato spiegato, è unassociazione culturale senza scopo di lucro, nata nel 1975, che opera per la salvaguardia del nostro patrimonio storico, artistico e paesaggistico grazie al sostegno di privati e istituzioni. In particolare, la sezione FAI SCUOLA realizza progetti PCTO con lo scopo di divulgare larte e la cultura presso le scuole. Il progetto è risultato strategico perché il Museo Etrusco Nazionale di Villa Giulia e il liceo classico Mameli sono geograficamente e strategicamente vicini, hanno agevolato così una fruttuosa collaborazione. L'obiettivo di questo progetto è stato quello di raccontare la civiltà etrusca da una parte, e dallaltra, larte rinascimentale della prestigiosa villa, sede del museo. Lesperienza non ha solo trasmesso nuove conoscenze, ma ha consentito lacquisizione di competenze in ambito comunicativo, favorendo la fruizione a più livelli di diverse modalità di trasmissione e permettendo la condivisione di un sapere storico/culturale comune.

FAI1

Gli apprendisti Ciceroni sono riusciti a conquistare lattenzione delluditorio creando un ambiente inclusivo, anche grazie ad una studentessa del 4^A che, insieme alle sue insegnanti di sostegno, ha realizzato dei gadget personalizzati che sono stati dati in dono agli alunni delle classi in visita. 
Il progetto è stato portato a termine in modo efficace e il messaggio comunicativo che si è voluto trasmettere è arrivato, tanto che il Ministero della Cultura ha subito rilanciato sui social, insieme al FAI, il successo degli apprendisti del liceo Mameli, programmando con lo stesso FAI un nuovo evento, non precedentemente previsto, per Martedì 13 Febbraio 2024.